La cravatta a farfalla, nota anche come cravattino o papillon, è una parente stretta della cravatta, ma nella forma ricorda ancora un suo antenato, il fazzoletto da collo.

Cravatta a farfalla

Fino al XIX secolo, l’accessorio maschile da collo consisteva in fazzoletti quadrati piegati in diagonale e poi annodati in diverse fogge o legati a fiocco. A poco a poco i fazzoletti si assottigliarono, diventando sempre più simili agli attuali cravattini, e dal 1870 la loro forma è rimasta pressoché immutata.

Nel corso del tempo, però, questo accessorio ha perso lo status di alternativa alle altre fogge di cravatte, trasformandosi in un prodotto di nicchia. Oggi i più lo indossano con lo smoking o col il frac. Ma c’è anche chi si innamora della cravatta a farfalla e non la lascia più, perché ha una nota teatrale; e c’è chi sempre più lo ritiene un accessorio non solo maschile.

cravatte-a-farfallaIl cravattino offre altri vantaggi: è più difficile da sporcare ed è l’unica alternativa per coloro che non amano la cravatta, ma vogliono comunque essere vestiti in modo corretto. E, infine, con questo accessorio susciterete sicuramente attenzioni e curiosità altrui.